Messaggi Ticker

ACCORDO PROVINCIA BANCHE PER PAGAMENTI ALLE IMPRESE IMPEGNATE NELLA RICOSTRUZIONE

Raduno regionale Anmil - Sabato 22 luglio

Leggi tutto...

CONGRESSO DEI TESTIMONI DI GEOVA

Leggi tutto...

pubblicate graduatorie ammissione agli asili nido comunali

 

Leggi tutto...

PREMIO "L.BRACCILI" A WALTER DE BERARDINIS

Segnalazione di merito per Walter De Berardinis

Al Premio nazionale di giornalismo “3° edizione Vivi l’Abruzzo – Luigi Braccili” città di Roseto degli Abruzzi

Per l’articolo: “Flaviano Di Donato – un giuliese nell’esercito degli Stati Uniti d’America”

 

Roseto degli Abruzzi. Domenica 16 luglio, nella piazza antistante il Comune di Roseto degli Abruzzi, il giornalista Walter De Berardinis ha ricevuto la segnalazione di merito nel 3° premio nazionale di giornalismo “Vivi l’Abruzzo/Luigi Braccili – fuori concorso, per l’articolo pubblicato sulla rivista storica “n° 35 - Madonna dello Splendore 2016” dal titolo: “Flaviano Di Donato – un giuliese nell’esercito degli Stati Uniti d’America”. La giuria, presieduta da Stefano Pallotta, Presidente dell'Ordine abruzzese dei giornalisti; dai giornalisti Franco Farias e Antimo AmoreVito Moretti, scrittore e poeta e Mario Giunco, storico e giornalista, hanno redatto la seguente motivazione: “L’articolo di Walter De Berardinis è una ricerca, arricchita da particolari curiosi e presentati per la prima volta, su un cittadino giuliese, Flaviano Di Donato (1892-1918), che ebbe la ventura di essere arruolato, nel corso della Prima Guerra Mondiale, nell’esercito americano e perì in Francia nella battaglia delle Argonne (oltre ventiseimila morti). E’ l’unico giuliese ad essere citato negli albi d’oro italiani e americani dei caduti della Grande Guerra. Per ironia della sorte, i suoi resti, conservati nel cimitero di Giulianova, furono trafugati, a seguito dei bombardamenti americani del 1943-44.” L’ideatore del premio è stato Enrico Trubiano, con la collaborazione fattiva dell’associazione culturale Obiettivo comune, presieduta da Alfonso Montese. “Ricevere una segnalazione di merito - commenta Walter De Berardinis – dalla giuria del premio intitolato a Luigi Braccili, persona che ho conosciuto nella sua attività professionale proprio a Giulianova, mi inorgoglisce tantissimo. Ho tratto molto dal suo libro “Figli d’Abruzzo” e dalla sua rubrica mensile del giornale “Eco di San Gabriele”, tanto che scrisse un profilo di un figlio d’Abruzzo emigrato a Tokyo, era mio fratello Chef, Arino De Berardinis. Proprio da Roseto degli Abruzzi è nata la motivazione della ristampa del libro “Quando c’era la guerra” edito dalla casa editrice Artemia Nova di Mosciano Sant’Angelo diretta da Maria Teresa Orsini, dove ci sono le foto e le ricerche sulla mia famiglia De Berardinis che viveva dall’inizio del ‘900 proprio a Cologna paese. Da quest’ultimo lavoro – conclude De Berardinis” ho deciso di approfondire un filone poco indagato dalla storiografia locale, i caduti abruzzesi della 1° guerra mondiale. Molte le persone che devo ringraziare per avermi dato la possibilità di accedere alla documentazione originale del caduto Flaviano Di Donato: Jason Clingerman, dell’archivio NARA-USA; Martha Sell, dell’archivio ABMC-USA; il personale dell’anagrafe del comune di Giulianova e dell’Archivio di Stato di Teramo; Don Domenico Panetta e Carlo Pandoli della Parrocchia di San Flaviano di Giulianova; Adina Di Donato, nipote; Cinzia Falini, curatrice della rivista storica giuliese “Madonna dello Splendore” e Maria Teresa Orsini della casa editrice Artemia Nova di Mosciano Sant’Angelo.

Giulianova: Nuova operazione delle G.A.DIT.

Individuata mini discarica abusiva in via Cupa e trovati elementi che permettono di risalire all'autore. 

 

Nuova operazione delle G.A.DIT., le Guardie Ambientali d'Italia. Operando nel territorio giuliese per la consueta vigilanza ambientale, hanno individuato, nel corso della perlustrazione serale, una mini discarica in via Cupa. Verificando il contenuto di alcuni sacchi, sono stati rinvenuti elementi utili per risalire all'autore. 

Coppa Interamnia: ecco le scuole dove alloggeranno gli atleti

Visto l'approssimarsi della 45° edizione della Interamnia World Cup, manifestazione patrocinata dal Comune di Teramo che si svolgerà dal 5 all’11 luglio 2017 e dopo aver recepito specifica richiesta dal Comitato Organizzatore circa  la necessità  di  utilizzare  alcune  sedi  scolastiche per l'alloggio delle squadre  partecipanti, il Sindaco ha emanato una Ordinanza con la quale ha impartito ai rispettivi Dirigenti scolastici di mettere a disposizione del Comitato Organizzatore della Interamnia World Cup i  seguenti plessi:

  •  Edificio Scuola Primaria “San Giorgio”;
  • Edificio Scuola Primaria “Michelessi”;
  • Edificio Scuola Primaria “San Berardo”;
  • Edificio Scuola Primaria “De Iacobis”;
  • Edificio Scuola Secondaria di Primo Grado “ C. D’Alessandro”;
  • Edificio Scuola Secondaria di Primo Grado “Mario Zippilli”;
  • Edificio Scuola Primaria-Secondaria di Primo Grado “ R. Molinari”.

 

L’Ordinanza contempla anche la disposizione, impartita in questo caso agli organizzatori dell’evento, di restituire le strutture utilizzate integre, facendosi carico degli eventuali danni arrecati ai locali e/o agli arredi.

 

Incendio Richetti: monitoraggio e verifica per la salvaguardia dei posti di lavoro

Lunedì 26 giugno alle ore 22:00, nel Nucleo Industriale di Sant’Atto, è divampato un incendio che ha interessato lo stabilimento industriale della Società  Richetti Spa. L’azienda, una delle più importanti del nostro territorio,  dà lavoro a 250 dipendenti. L’incendio ha interessato un’area di circa 10.000 mq, destinati alla produzione e allo stoccaggio di materie alimentari per importanti aziende nazionali ed internazionali. Distrutto il 60% degli impianti, coinvolta quasi tutta la catena produttiva.  Salvi solo  i prodotti finiti per un importo di circa 700.000 euro.

 Sin da subito, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco con numerose squadre e tecnici di coordinamento, che hanno lavorato per l’intera notte, riuscendo a domare le fiamme. Ora l’area interessata è sotto controllo e monitorata a vista per prevenire ulteriori focolai e completare la messa in sicurezza della struttura.

Durante le operazioni è stato posto in atto un primo confinamento e contenimento di eventuali agenti inquinanti, mediante il bloccaggio del conferimento delle acque di prima pioggia in fognatura, nonché con lo spegnimento effettuato in modo tale da consentire l’implosione verso l’interno della copertura, supposta in eternit.

Nella mattina di martedì 27 giugno, intanto, presso una struttura messa a disposizione dalla stessa azienda in uno stabilimento limitrofo,  si è riunito il Tavolo tecnico coordinato dalla Prefettura di Teramo alla presenza degli enti preposti, tra cui: ARTA, ASL, SIAN, Comando Vigili Del Fuoco, Sindaci dei Comuni interessati di Teramo, Castellalto, Mosciano, Bellante, Carabinieri di Teramo, Provincia di Teramo. E’ emersa la decisione di porre in opera, nelle aree interessate, attività di controllo delle matrici ambientali (qualità dell’aria, prelievi di ortaggi a foglia larga, presenza di eventuali materiali contenenti amianto o altri inquinanti).

Il Sindaco di Teramo  ha ordinato le prime misure immediate e cautelari a tutela della salute pubblica, in attesa degli esiti delle analisi già disposte. Tali misure sono:

il divieto di raccolta, vendita e consumo di tutte le colture, incluso il foraggio per animali e per il pascolo, limitatamente ad un termine temporale di 24 ore nelle zone interessate all’evento;

il completamento, a cura del proprietario “ALFAGOMMA S.p.a.”, della immediata raccolta dei frammenti di copertura e materiale residuo di combustione nelle aree limitrofe ed in particolare nella zona del cortile della medesima azienda.

Il Sindaco infine ha dichiarato: “Dopo il terremoto, la neve, l'emergenza elettrica, l'emergenza idrica, è arrivato anche il fuoco con un incendio che nella notte ha devastato una delle aziende più importanti del nostro territorio. Per tutta la notte e la mattinata di oggi si è lavorato per mettere in sicurezza l'azienda grazie al lavoro dei Vigili del Fuoco, venuti da tutta la regione. Ora sarà monitorata la qualità dell'aria grazie all'Arta e delle colture grazie alla ASL e, a titolo preventivo, ho firmato una specifica Ordinanza. Contestualmente ed immediatamente mi sono interessato della situazione occupazionale ed ho avuto garanzie per i posti di lavoro, che saranno salvaguardati intanto con cassa integrazione per qualche mese per i dipendenti a tempo indeterminato, con il contestuale riassorbimento degli interinali nelle catene funzionanti della stessa azienda Richetti.

È un momento difficile per il nostro territorio, piagato dal terremoto e da tante, troppe emergenze. È necessario uno sforzo da parte di tutti per uscire da questa difficilissima situazione che, se non governata con determinazione, costanza, e partecipazione rischia di far cadere Teramo in un baratro senza fine".


ECS Editori Srl - Teramo - tel:+39 345 253 8211 | Copyright © 2019 Primapaginaweb.it - Vietata la riproduzione anche parziale.
Suppl. al periodico PrimaPagina, reg. Trib 605 - 14/07/2009 Iscr. ROC 20081, non soggetto ad aggiornamento quotidiano - P.I. 01773150675

Webmail | Privacy Policy | Mappa del sito

Webmaster: Pikit di Remo Leonzi