Notizie

INCENDIO ITALPANNELLI: INCHIESTA DELLA PROCURA

Un fascicolo, per ora senza indagati, è stato aperto dalla Procura di Teramo per accertare cause ed eventuali responsabilità

dell'incendio divampato ieri pomeriggio alla Italpannelli di Ancarano (Teramo), fabbrica che produce strutture prefabbricate in acciaio, legno lamellare e cemento.
Impegnate per ore squadre dei Vigili del Fuoco arrivate da Abruzzo e Marche che oggi continuano a monitorare gli ultimi focolai. Al momento sembrerebbe confermata l'origine accidentale del rogo. Un Vigile del Fuoco, intossicato durante le operazioni di spegnimento e con un trauma cranico per una conseguente caduta a terra, è ricoverato nell'ospedale di Ascoli Piceno.
Intanto le aziende limitrofe rimangono ferme anche oggi, su invito della Asl, in attesa dei risultati degli accertamenti di Arta e Istituto Zooprofilattico su un eventuale inquinamento ambientale. Parzialmente revocata l'ordinanza sulla viabilità ad Ancarano: riaperta la strada provinciale 1 Bonifica del Tronto nel tratto antistante lo stabilimento.

fonte: ANSA

RUBANO MATTONI ANTICHI: DENUNCIATI DALLA POLIZIA DI STATO

Quanto successo stanotte intorno alle ore 03.30 a Villa Vomano quando una Volante ha fermato per un controllo un Mitsubishi con a bordo 2 uomini.

Leggi tutto...

POLIZIA: BLITZ ANTIDROGA ALLA VILLA. 3 DENUNCIATI

E’ finito con la denuncia di tre ventenni alla Procura della Repubblica il blitz effettuato ieri mattina dalle Volanti ai giardini della Villa Comunale di Teramo.

Alle ore 12.30 circa, gli Agenti hanno bloccato gli ingressi della vasta area verde mentre all’interno vi erano vari studenti maggiorenni e minorenni: tra questi, tre ragazzi hanno cercato di allontanarsi nascondendosi tra la fitta vegetazione ma non sono riusciti a sfuggire.

Bloccati ed identificati, sono stati perquisiti sul posto:  C.F., di 25 anni, è stato trovato in possesso di una busta trasparente, nascosta nella zainetto, con all’interno 18 gr. di marijuana, nonchè alcune bustine in cellophane per la suddivisione in dosi.  D.F.M., 19enne,  nascondeva in una tasca dei pantaloni una confezione di cellophane con quasi un grammo di marijuana ed altri involucri al momento vuoti, nonché un barattolo “tritatabacco” con all’interno ancora residui del predetto stupefacente.

Gli Agenti hanno, poi, effettuato la perquisizione domiciliare a casa dei tre che ha fatto rinvenire nell’abitazione di D.F.M. una vera e propria serra artigianale, con all’interno alcune piante di marijuana, fertilizzanti, timer, lampada alogena, una bilancia e in altri locali marijuana nascosta in due barattoli in vetro, per un peso complessivo di gr. 34.

Nell’abitazione di D.G.G., del 1991, i poliziotti hanno trovato in un cassetto della camera da letto un marsupio, contenente carte di credito, chiavi e carta di identità, risultato oggetto di furto nel 2012. Per quest’ultimo è scattata la denuncia per ricettazione.

 D.F.M. e C.F. sono stati denunciati per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacente.

 

Teramo, 9 febbraio 2016

 

IL PORTAVOCE ADDETTO STAMPA

                                           DR. MIMMO DE CAROLIS                  

TENTA UN FURTO SU AUTO: ARRESTATO

Nella mattinata di ieri un’autopattuglia del Distaccamento della Polizia Stradale di Giulianova, durante la quotidiana attività di controllo del

Leggi tutto...

POLIZIA LO PERQUISISCE E GLI TROVA STRUMENTI ATTI ALLO SCASSO

Alle 12.00 di ieri mattina una Volante, nell’ambito dell’attività di vigilanza e controllo del territorio, ha fermato all’interno dei giardini della “Villa Comunale” di Teramo un trentasettenne cittadino macedone dall’atteggiamento sospetto.

L’uomo non dava agli Agenti alcuna valida motivazione della presenza in quel posto solitamente frequentato nella mattinata da giovani studenti e anziani che vi trascorrono alcuni momenti sulle panchine presenti, ed asseriva di avere urgenza di doversi allontanare.

Ma ai poliziotti non è sfuggito un rigonfiamento nella parte destra del giubbino che indossava: perquisito, gli veniva rinvenuto, all’interno di una tasca, un coltello a serramanico di ben 16 cm. con lama a punta, dallo stesso detenuto illegalmente e che è solitamente usato anche per l’apertura di porte e finestre.

M.F., residente in Teramo, è risultato avere numerosi precedenti proprio per aver commesso vari furti e per possesso di oggetti atti ad offendere o ad uso di scasso.

Condotto in Questura, dopo le formalità di rito, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

IL PORTAVOCE-ADDETTO STAMPA DR. MIMMO DE CAROLIS

TERAMO: LA INVESTE, LA SOCCORRE E SPARISCE

Si cerca la misteriosa guidatrice della mercedes beige che ha investito un'anziana donna in via Cavour

Leggi tutto...

L'AQUILA: ARRESTATO STALKER

Per un anno intero aveva terrorizzato la città con atti intimidatori nei confronti di parenti e amici della vittima, nonchè sconosciuti, facendo ricadere le colpe sulla donna...

Leggi tutto...

GDF: SEQUESTRATI 27 MILA LITRI DI GASOLIO

La Compagnia di Chieti ha intercettato e sequestrato un autoarticolato proveniente dalla Repubblica Ceca che stava viaggiando con a bordo

Leggi tutto...


ECS Editori Srl - Teramo - tel:+39 345 253 8211 | Copyright © 2019 Primapaginaweb.it - Vietata la riproduzione anche parziale.
Suppl. al periodico PrimaPagina, reg. Trib 605 - 14/07/2009 Iscr. ROC 20081, non soggetto ad aggiornamento quotidiano - P.I. 01773150675

Webmail | Privacy Policy | Mappa del sito

Webmaster: Pikit di Remo Leonzi