Sport

CICLOCROSS & MOUNTAIN BIKE

CICLOCROSS_MOUNTAIN_BIKEFabio Alex Longhi dell’X-Team di Teramo ha vinto il Trofeo di Lombardia di ciclocross. Alla “Stradacce”(Loro Piceno-MC) buona prova di Federico Soricetti  col secondo posto assoluto e primo di categoria. Mirko Catone, sempre dell’X-team, ha vinto l’ultima gara stagionale di mountain bike ad

Leggi tutto...

GIRO D’ITALIA-

  Il nostro capoluogo ospiterà l’arrivo di tappa della ‘corsa rosa’ciclistica il 17 maggio. Si preannuncia un finale in volata anche se, come ha detto il direttore del Giro Angelo Zomegnan, “gli arrivi a Teramo non sono mai banali”. Il 18 maggio si riparte da Tortoreto per arrivare a Castelfidardo dopo una tappa nervosa.

Fans Teramo, buon compleanno

Tre anni fa è partito un  piccolo progetto, forte di  tante speranze e tanto impegno. Facciamo un piccolo bilancio con il promotore del blog “Fans Teramo”. Tre anni di blog, tifo e molte soddisfazioni. Raggiunti obiettivi impensabili, se si pensa che nel novembre 2007, quando è iniziato il progetto “blog”, la spinta era data da un solo motivo: il Teramo calcio 1913.

Leggi tutto...

“Omaggio ai motori”

rally_motoriE’ questo il titolo dell’evento che animerà la città nel mese di maggio, attraverso cinque appuntamenti che soddisferanno i gusti di tutti gli appassionati sia delle due che delle quattro ruote. Sabato 1 e domenica 2 maggio si è svolto il raduno delle Fiat Barchetta, che ha visto la partecipazione di 27 vetture, provenienti da ogni parte d’Italia, dalla Lombardia alla Sicilia, dall’Emilia Romagna al Lazio, compresi anche 2 piloti di Teramo ed uno di Campli. Al gruppo si è poi aggiunto, nella mattinata di domenica, anche qualche altro partecipante. Il programma della due giorni, che ha riscosso grande successo, è stato caratterizzato dalla visita di Campli e Castelli. Il secondo evento ci sarà domenica 16 maggio, con il raduno delle Topolino, organizzato dal Club Amici della Topolino di Teramo, presieduto da Domenico Aloisi. Di queste auto, divenute ormai delle vere e proprie rarità, non ne saranno però probabilmente presenti più di 4 o 5, e a queste si aggiungeranno diverse vetture storiche. Tutte le auto partecipanti sosteranno in Piazza Martiri della Libertà, e potranno così essere ammirate dagli appassionati. La domenica successiva, 23 maggio, sarà la volta del Biker Fest, evento motociclistico promosso dalla Federazione Motociclistica Italiana e dalla scuderia Bike&Motors, che vedrà la partecipazione di moto e piloti che partecipano a gare internazionali ed hanno ottenuto anche delle vittorie nel corso della stagione, atleti che inoltre gareggiano con lo stemma del comune di Teramo sia sulla tuta che sul casco. La giornata sarà dedicata a Darwin Lupinetti, grande appassionato di moto recentemente scomparso.

L’ultimo fine settimana del mese sarà infine riservato ai due appuntamenti più attesi, il Rally di Teramo ed il raduno delle 500. La scelta di organizzarli in contemporanea non è stata casuale, ma studiata al momento di stilare il calendario. Il Rally, valido come prova della Coppa Italia, giunge quest’anno alla sua diciannovesima edizione. Si comincerà la mattina di sabato 29, quando auto e piloti arriveranno al Centro Commerciale Gran Sasso per le verifiche di rito. Nel pomeriggio partirà la gara, che prenderà il via da Notaresco, per giungere poi al Palascapriano dopo aver attraversato Canzano, Castellalto e Poggio Cono. In seguito la carovana si trasferirà nel centro cittadino, dove le macchine resteranno parcheggiate tutta la notte, per poi ripartire nella mattinata di domenica 30 e sfidarsi nelle diverse prove cronometrate. Poi si tornerà in Piazza Martiri nel corso del pomeriggio per le premiazioni. Il programma del raduno delle 500, organizzato dal Club Amici della 500, giunto alla quattordicesima edizione e ripristinato dopo un anno di stop a causa del terremoto, prevede invece la sfilata delle vetture nelle principali vie cittadine durante il pomeriggio di sabato 29, quindi la prova di regolarità in notturna, con un percorso che attraverserà alcuni comuni della provincia, mentre domenica mattina i “cinquecentisti” attraverseranno il centro storico e, dopo un giro turistico della provincia, si fermeranno a pranzo al Villaggio Salinello, al quale seguirà anche la pesca gratuita delle “500 fortunate”. Al raduno, da diversi anni a numero chiuso, prenderanno parte 200 piloti provenienti da ogni parte d’Italia.

A.A.A. impianti sportivi cercansi!

impiantisportiviLo sport è uno dei settori nei quali la città di Teramo si distingueva ai massimi livelli. Tante le società al vertice, nelle rispettive discipline.  Il caso più emblematico è quello del Palascapriano. I risultati raggiunti dalla Teramo Basket, ormai da anni nell’elite cestistica nazionale, rendono improcrastinabile la realizzazione in tempi brevi di una nuova struttura, anche in relazione ai parametri stabiliti dalla Legabasket sulla capienza minima degli impianti di massima serie. Il presidente biancorosso Carlo Antonetti, sollecitato sull’argomento, è stato molto chiaro: “Per crescere ancora come società, abbiamo bisogno di un impianto idoneo. Il nuovo palazzetto diventa un’opera imprescindibile. In estate c’è stato fermento su questo tema, mentre oggi sembra sceso un po’ di silenzio. Recentemente ho avuto modo di parlare con il Sindaco Brucchi, che ha confermato il proprio impegno. I tempi però sono strettissimi”. “Il sindaco sta studiando bene il progetto, prendendo in considerazione anche altri palazzetti – ci ha detto l’assessore allo sport Guido Campana – La bocciatura dell’Italia ad ospitare i Mondiali 2014 ha rallentato un po’ i tempi. In ogni caso siamo consapevoli che il nuovo palasport debba essere realizzato entro due anni. C’è la volontà di costruire una struttura che possa ospitare anche eventi extrasportivi”. Un altro degli impianti sportivi “storici” di Teramo, che però avrebbe bisogno di un profondo restyling, è il Palacquaviva. La necessità di ammodernare questa struttura si è evidenziata soprattutto in occasione degli impegni, nella Serie A Elite di pallamano maschile, della Teknoelettronica Teramo, che non a caso si è poi trasferita nel più moderno e funzionale Palasannicolò, dotato di una capienza maggiore e di migliori postazioni per la stampa, necessarie soprattutto in occasione delle partite trasmesse in diretta televisiva davanti alle telecamere di Raisport. Attualmente l’impianto è utilizzato dagli altri sodalizi pallamanistici cittadini, la Leadercoop Teramo, che vi si allena e gioca le proprie gare interne del torneo di serie A1 femminile, e la Torelli, società di handball giovanile; usufruiscono poi del Palacquaviva anche le compagini teramane di calcio a 5: l’Atletico Teramo, che in questa stagione milita nella serie cadetta, svolgendo all’interno dell’impianto sia gli allenamenti settimanali che le partite casalinghe, ed il Cus, che invece gioca in C1. Il Teramum, anch’esso militante in C1, pur allenandosi, a volte, all’interno della struttura, disputa le sue gare al Palasannicolò. Un altro sport che è “di casa” al Palacquaviva è il pattinaggio, con la presenza, durante la settimana,degli atleti del Gruppo Sportivo Dilettantistico Aprutino Teramo, team guidato dalla presidente Donatella Gramenzi, che negli ultimi anni ha spesso conquistato risultati di prestigio a livello nazionale e internazionale. Inaugurato nel febbraio 2009, in occasione dell’organizzazione, da parte della Teknoelettronica Teramo, della Final Eight della Coppa Italia di serie A Elite di pallamano maschile, e dotato di una capienza di circa 1.200 posti, il Palasannicolò si presenta come una struttura decisamente più adatta ad ospitare eventi di alto livello. Nonostante qualche difficoltà iniziale, dovuta prima alla mancanza dell’impianto elettrico, alla quale si è sopperito ricorrendo ad un gruppo elettrogeno, poi all’ allagamento che nello scorso mese di settembre lo ha reso impraticabile per alcune settimane, l’impianto oggi rappresenta un punto di riferimento per molte società sportive teramane. Attualmente lo utilizzano la stessa Teknoelettronica Teramo, che vi gioca le gare interne di campionato, l’altra società pallamanistica del Lions Teramo; alcuni sodalizi di basket che militano nelle categorie inferiori (Fortitudo e Penta Teramo, che giocano entrambe in serie C ed usufruiscono del Palasannicolò per disputare le proprie partite casalinghe); il Teramum, squadra di calcio a 5 di serie C1; la Pallavolo San Nicolò, che gioca nel torneo di serie C femminile ed i ragazzi della Scuola Calcio San Nicolò. Inoltre il più recente tra i palasport cittadini viene spesso richiesto anche da altre società.

CICLISMO - NERETO "TROFEO ACCIAROLI"

acciaroli
La bicicletta è passione allo stato puro, oggetto fedele per i cicloamatori come è fedele la circonferenza al cerchio.
Per la legge del contrappasso, però, il velocipede è muto alla fatica e sordo al richiamo di gambe desiderose di ossigeno, specialmente in salita. In quei momenti non c’è niente da fare per chi pratica questo sport sanamente senza pastrocchi chimici. Spesso è necessario staccarsi e guardare chi è più in forma diventare un puntino sempre più piccolo per poi dissolversi dietro una maledetta curva che ti fa perdere anche il contatto visivo.
Ci sono poi cicloamatori che anche se hanno superato gli ‘anta’, almeno in pianura possono ancora dare filo da torcere ai migliori.
Alcuni di questi, assieme a Michele Scarponi –quarto all’ultimo Giro d’Italia- si sono ritrovati sulle strade di Nereto in un caldo giovedì settembrino per il primo Trofeo Acciaroli, organizzato dal Gruppo ciclistico di Corropoli, affiliato UISP.
Nato dalla volontà dello sponsor stesso e di Fabio e Italo Lelii, il tracciato piuttosto pianeggiante di 17 Km da ripetere 5 volte, ha incoronato il russo Dimitri Nicantrov, ex professionista.
Secondo Roberto Pasqualini, terzo Gianni Luzii.
Bartali diceva che non sono i tracciati a fare la durezza di una corsa, ma l’andatura dei ciclisti.
Così è infatti stato, perché i 158 partenti si sono sfidati subito all’arma bianca; a metà corsa è rimasto avanti un gruppo di 47 uomini che, dopo scatti e contro scatti, ha subito varie scremature fino a rimanere in tre, che si sono giocati la vittoria. Tra le donne la vittoria è andata a Sandra Piccioni, seconda Mara Rapagnà.
Per Luciano Rabottini, la Val Vibrata è “un territorio vincente” per il ciclismo, peccato che –come al solito- Italo Lelii abbia affermato a chiare lettere come molte iniziative siano state stroncate sul nascere per la mancanza di fondi.
Un po’ di rito le dichiarazioni del dopocorsa; per il vincitore “Siamo andati sempre ‘a tutta’, è stata una bella gara e sono contento di avere vinto”; per Michele Scarponi “E’ stato un piacere aderire all’iniziativa, anche perché i cicloamatori sono l’anima di questo sport”.
Fuori dal coro il terzo classificato: “Sono soddisfatto, ma io sono un amatore veterano, qui mi sono dovuto confrontare con un ex professionista! Il ritmo, poi, è stato sempre elevatissimo”.
Purtroppo non è detto che nel 2011 questa bella corsa abbia un seguito; alla domanda Italo Lelii ha risposto con un laconico “Speriamo”.

TIRO A SEGNO, CHE PASSIONE

tiroasegno che passione

Fermi, immobili, insensibili a tutto il mondo intorno, concentrati solo sul bersaglio lì in fondo. I tiratori a segno sono fatti così. A Teramo esiste una realtà consolidata presso il centro sportivo comunale, manco a dirlo, in via del Tiro a segno. “Ci sono molti iscritti ed il numero tende

Leggi tutto...

L'EPICA SFIDA "Zaccaria" DI FOGGIA

I lunghi anni trascorsi,non hanno affievolito i ricordi di qualche vetusto tifoso “d’epoca”. Che ringraziamo e ne traiamo spunto per l’ennesimo (30°) appuntamento con la gara del “ricordo”. La sfida fu disputata il 20 Gennaio 1957,alla stadio “ Pino Zaccheria” di Foggia (vedere foto-immagine dell’epoca). Gara valida per la 15° giornata del campionato di serie D,girone G. Avversario non il Foggia,bensì l’Incedit Foggia (seconda squadra cittadina). Per ampiezza di cronaca,in quella stessa stagione agonistica (1956/57),il Teramo fronteggio entrambe le società ,in quanto entrambe collocate nello stesso girone. Al termine di quella stesa stagione vi fu la fusione tra l’U.S. Foggia e il Foggia Incedit,che diede vita alla nascita dell’U.S. Foggia & Incedit.
CONTESTO STORICO:
l’A.S. Teramo,nella stagione 1956/57,presieduta dal Prof. Giuseppe Caporale,si preparò alla meglio. Obiettivo centrare la classifica finale nei primi 6 posti . Posizione che permetterà di partecipare al neo costituendo torneo di IV°serie definito d’eccellenza. La guida tecnica viene affidata a Spartaco Bulgarelli (vedi foto). Il Modenese ricoprirà anche l’incarico di calciatore (per lui 25 presenze ed 1 rete).
Vengono acquistati: l’ala Francia dall’Omegna,il mediano Trevisan,il terzino Bonci dal Cesena,Matassoni (Sambenedettese),Birsa dal Campobasso,il portiere Mariani dalla Cremonese,i locali Di Nicola e Di Leonardo (Acli Teramo). L’andamento del campionato non si rileverà eccellente,tanto da consegnare un non pronosticato 10° posto finale. LA GARA con L’INCEDIT: Del poco brillante campionato,emergono vivi i ricordi dell’emozionante gara esterna,contro l’Incedit Foggia. Al minuto 82 il Teramo,pur privo del suo “allenatore/calciatore” Bulgarelli ( espulso al 58° della ripresa) e sotto di due reti. In dieci uomini,i biancorossi riescono nell’epica impresa di segnare prima la rete del 2 a 1 (82° Guidi),e all’89°,l’attaccante Cordone sigla l’insperato e meritato gol del pareggio.
Protagonisti in campo: FOGGIA INCEDIT: Bertocchi,Corrieri,Di Francesco,Balestrieri,Buin,Gasperot,Carabba,Giorgetti,Mastropasqua,Russi,Vigna.
Allenatore: xxx
TERAMO: Mariani,Di Francesco,Birsa,Bonci,Galli,Bulgarelli,Guidi,Francia,Di Salvia, Matassoni,Cordone.
Allenatore:Bulgarelli.
Arbitro:Di Donato di Caserta.
Marcatori:13° e 53° Russi (Foggia),82° Guidi,89°Cordone.