Sport

NORDIC WALKING: EMOZIONARSI CAMMINANDO

IL SUCCESSO DI UNO SPORT FACILE  ECONOMICO …E DIVERTENTE!

Si pratica all’aria aperta, fa bene al cuore e circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. Potrebbe sembrare una cura miracolosa ma si  tratta di “Camminata Nordica”. Inizialmente diffuso nei Paesi Scandinavi,  era praticato come disciplina di allenamento dello sci di fondo nei mesi in cui non c’era neve, poi perfezionato come vero e proprio esercizio fitness. Si esplica in una camminata con i bastoncini in cui questi  però,  non vengono usati solo come appoggio,  ma in maniera più specifica che consente di coinvolgere il maggior numero possibile di muscoli ed incrementare il dispendio energetico. L’attività di Nordic Walking è in continua crescita, sempre più  apprezzata e praticata anche nel teramano. Il Maestro di Nordic Walking, Ubaldo Cola,  docente nazionale di corsi formazione CSEN-CONI, lo ha introdotto a Teramo già da diversi anni,  con l’associazione Il Sole e La Luna della quale è presidente,  appassionando molte persone, tra i quali molti  scelgono di divenire  istruttori a loro volta.  Tra le domande più frequenti che gli vengono rivolte, alcune  riguardano l’uso dei  bastoncini .  Ubaldo Cola  ci aiuta, allora, spiegandoci le peculiarità di questo sport.

Hai portato tu il Nordic walking a Teramo. Quanti sport hai praticato? Come e perché nasce la passione per il N.W.?

“La mia prima passione sportiva  è stata il calcio, che ho praticato dall'infanzia fino ai 25 anni. Ho dovuto lasciare per un piccolo infortunio al "collo" del piede destro che mi creava qualche di difficoltà. Ho frequentato la palestra,  ma non mi ha mai appassionato. Invece per diversi anni ho praticato arti marziali (Karate) e naturalmente le escursioni e lo sci fondo escursionismo con il Cai di Teramo. Praticando lo sci fondo escursionismo ho avuto modo di documentarmi sulle attività del fondo e i sistemi di allenamento estivi del nord Europa e ho scoperto il nordic walking che ho sentito subito "mio" e l'ho portato a Teramo per allenarsi durante la settimana e praticare una attività sportiva outdoor”.

Quanti tipi di Nordic Walking esistono? “Il nordic walking ha una tecnica che favorisce un’ attività di benessere e fitness. Poi ci sono delle tecniche avanzate un po’ più sportive”. 

Chi può praticare Nordic Walking? Quali sono i benefici? Ci sono controindicazioni? “Il nordic walking può essere praticato dai cinque ai novant'anni e non ha controindicazioni. I benefici organici maggiori riguardano : il sistema cardiocircolatorio, osteoarticolare ed endocrino ((metabolismo e glicemia), ne beneficia molto anche la coordinazione motoria. Poi sono notevoli i benefici antistress perché è un’ attività praticata all'aria aperta. inoltre si può praticare anche  in gruppo e  in tal caso, ovviamente  si socializza molto.  Lo consiglio a tutti quelli che hanno voglia di muoversi e vivere meglio le proprie giornate. Con un corso base di cinque ore si apprende bene la tecnica. Poi c'è chi l'apprende in meno tempo e chi impiega più tempo, ma qui entrano in gioco le proprie esperienze sportive e una certa propensione a questa attività sportiva”.

Quindi praticare N.W. aiuta anche a migliorare l’umore?  “L'attività all'aria aperta,  in mezzo al verde e l'azzurro dell'acqua,  fa sì che già dopo pochi minuti si entri in uno stato di benessere. Naturalmente, essendo una attività sportiva fa entrarein  circolo più endorfine e serotonine che migliorano notevolmente l'umore”. 

Perché scegliere la  Vostra associazione tra le tante che lo propongono? “La nostra associazione pratica il Nordic Walking a Teramo da sette anni, a Pineto da tre e a Pescara da due anni, con istruttori che si sono formati con me nei corsi che l'Ente di Promozione Sportiva CSEN organizza nella sua sede di Pescara due volte all'anno e del quale sono docente per il Nordic walking. Bisogna avere istruttori preparati e con la passione per il Nordic,  questo fa sì che chi viene a camminare si senta ben seguito e poi entri  a far parte di una grande famiglia,  dove si condividono anche momenti di socialità come feste e quant'altro. Non meno importanti sono le uscite che per due domeniche al mese noi organizziamo nel territorio abruzzese e non solo”.

Serve un'attrezzatura particolare? “Niente di particolare. Il normale vestiario sportivo che varia a seconda delle stagioni dato che noi camminiamo tutto l'anno, scarpe da running o trail running e i bastoncini che per alcuni mesi forniamo direttamente noi”. 

Dove si puo’ praticare? “Il nordic walking si può praticare in città, al mare, in collina e in montagna.mentre i sentieri di montagna stretti e con una pendenza oltre l'8% non sono adatti per praticare il nordic walking”. 

E gli amici a quattro zampe, chi ha un cane può portarlo con se durante le camminate? “Gli amici a quattro zampe sono  benvenuti nelle nostre camminate. Anzi, spesso si accodano in maniera spontanea”. 

L’Istruttore di nordic walking può sostituirsi alla Guida Alpina? “L'istruttore di nordic walking può praticare solo l'attività sportiva del nordic walking. Non può sostituirsi alla Guida Alpina che è un professionista il quale fa tutt'altra attività”. 

Chi può diventare istruttore? “Presso lo CSEN sono ammessi tutti quelli che vogliono imparare a praticare ed insegnare questa bella attività sportiva,  nel corso di 1° livello. Successivamente nel 2° e 3° livello solo quelli che hanno conseguito  il primo livello”. 

Come riconoscere un buon istruttore? “Un buon istruttore è quello che mette insieme una buona tecnica, una buona didattica e comunicazione oltre ad essere  empatico,  che non guasta mai! Questo fa sì che un "normale" istruttore diventi un ottimo istruttore”.

 

 di Daniela Palantrani 

 

 

 

MAESTRO UBALDO COLA C.V.

Maestro di Nordic Walking                            

Personal Trainer

Istruttore di Stretching & Corpo Libero

Istruttore di Ginnastica Isometrica

Istruttore di Boot Camp

Presidente Il Sole e La Luna Asd

Counselor Relazionale

----------------------------------------

www.nordicwalkingteramo.it

www.emozioniincamino.it

38* Maratonina Pretuziana: PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA

Il Gruppo Podistico Amatori Teramo presenterà nella conferenza stampa di   giovedì 27 aprile, alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Municipio di Teramo, l’edizione n. 38 della Maratonina Pretuziana.

La manifestazione che si tiene ogni anno il 1 maggio e la cui organizzazione è curata dall’associazione sportiva dilettantistica  Gruppo Podistico Amatori Teramo,  presenterà il programma della giornata suddiviso in gare dedicate a  diverse categorie. La Corsa non competitiva di 5 km aperta a tutti, aprirà la manifestazione alle ore 9,30 seguiranno le corse dedicate ai bambini, agli scolari valevole per il campionato regionale categoria rafazzi e ragazze e si concluderà con la Gara di 10 km del pomeriggio  aperta agli sportivi tesserati.

Il programma completo è a disposizione sul sito http://www.gpteramo.it   insieme alle modalità di iscrizione.

La Maratonina Pretuziana, giunta alla sua 38esima edizione  è considerata sia a livello nazionale che internazionale una tra le gare  più belle e meglio organizzate,  inserite tra i campionati italiani masters e di società.

Nel corso degli anni si è arricchita della collaborazione e del coinvolgimento delle scuole dove i  podisti del gruppo si recano per raccogliere le adesioni degli alunni e illustrare il programma, e di altre associazioni di volontariato e onlus come l’Associazione Autismo e AIDO Teramo Dona,

Infine tra i premi che saranno assegnati anche quello intitolato alla memoria del giornalista teramano Tiberio Cianciotta.

Ufficio Stampa 

GIUGLIOBASKET 2017 – Tornei del Mare

Tornei Nazionali Giovanili di Pallacanestro

Si svolgeranno anche quest’anno a Giulianova i tornei nazionali giovanili di pallacanestro “GIUGLIOBASKET – Tornei del Mare”, una delle più importanti manifestazioni sportive a livello regionale.

L’evento, patrocinato dal Comune di Giulianova, dalla Regione Abruzzo e dalla Provincia di Teramo, si svolgerà dal 15 giugno al 7 luglio e vedrà i giovani atleti impegnati in ben 5 tornei, secondo le seguenti diverse categorie:

-   7° Torneo Nazionale Aquilotti “Lido di Giulianova” (riservato agli atleti nati nel 2006/2007) 15-16-17 giugno 2017;

-   7° Torneo Nazionale Esordienti “Costa d’Abruzzo” (riservato agli atleti nati nel 2005/2006) 19-20-21-22 giugno 2017;

-   10° Torneo Nazionale Under 13 “Marevivo” (riservato agli atleti nati nel 2004/2005) – 29-30 giugno/1-2 luglio 2017;

-  7° Torneo Nazionale Under 15 “Spiaggia d’Oro (riservato agli atleti nati nel 2003/2004) - 04-05-06-07 luglio 2017;

-  2° Torneo Nazionale Under 16 “Trofeo del Mare” (riservato agli atleti nati nel 2002/2003) - 24-25-26-27 giugno 2017.

Alla manifestazione è interamente dedicato un sito web www.giugliobasket.com contenente tutte le informazioni ed i moduli per le iscrizioni. E’ inoltre disponibile nella home page la presentazione dei tornei, con il relativo materiale, nelle versioni inglese e francese, ed una sintetica in tedesco, al fine di trasformare la manifestazione in un evento internazionale.

I campi da gioco coinvolti saranno quattro, al fine di garantire il regolare svolgimento delle oltre 370 partite:due all’aperto, presso la pista di pattinaggio in Piazza del Mare e sulla spiaggia presso lo Chalet Dino’s, su cui vengono posizionate le pavimentazioni tanques di altissimo livello tecnico, e due campi al coperto: Palacastrum e Tensostruttura in Via Simoncini.

L’evento, meglio conosciuto a livello nazionale come “Marevivo” dal nome del Torneo della categoria Under 13 che quest’anno festeggerà il suo decennale, è riconosciuto dalla Federazione Italiana Pallacanestro ed è annoverato tra i più importanti tornei di basket che si svolgono in Italia..

La manifestazione, infatti, che rappresenta ormai una realtà consolidata tra gli eventi estivi della cittadina giuliese, tant’è che è entrata a far parte di diritto nel calendario GIULIA EVENTI, è andata sempre più crescendo nel corso delle sue nove edizioni consecutive e ha visto lo scorso anno la partecipazione di ben oltre 80 squadre provenienti da ogni parte d’Italia tra le quali:

Grottaglie (TA), Ostia (RM), Monopoli (BA), Fossombrone (PU), Anzola (BO), Monteroni di Lecce, Livorno, Genova, Forlì, Torino, Caserta, Padova, Falconara (AN), Verucchio (RN), Urbania (PU), Vaiano (PO), Martina Franca (TA), Bologna, Silvi (TE), Repubblica di San Marino, Cerignola (FG), Perugia, Grosseto, Chieti, Verbaria (TO), Iapiglia Bari, Lido di Roma, Atri (TE), Ciampino (RM), Modena, Macerata, Pisa, Maddaloni (CE), Brindisi, Aosta, Casciana Terme (PI), Reggio Emilia, Lucca, Viareggio (LU), San Severino Marche (MC), Porto San Giorgio (FM), Acquaviva delle Fonti (BA), Fasano (BR), Milano, Cefalù (PA), Ancona, Venezia, Putignano (BA), Chieri (TO), Agropoli (SA), Macerata, San Giovanni Valdarno (AR), Fabriano (AN), Scafati (SA), Cosenza, Barberino del Muggello, Lanciano (CH), Carate Brianza (MB), Pistoia, Arezzo, Catanzaro, Palermo, Teramo, Firenze.

1600 sono stati i giovani atleti con gli accompagnatori e 1000 le famiglie al seguito che hanno animato la Città di Giulianova per circa tre settimane.

A seguito del successo riscontrato nelle passate edizioni quest’anno si è già verificato un boom di adesioni, tanto da costringere gli organizzatori a portare il numero delle squadre da 16 a 20 per alcuni tornei e a dover rifiutare alcune iscrizioni. Inoltre ad oggi diversi sono stati già i club stranieri che hanno manifestato interesse.

L’edizione del 2017, che già raccoglie il patrocinio dell’Amministrazione comunale, della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, proprio in occasione del festeggiamento dei 10 anni, vedrà la manifestazione arricchita della collaborazione di numerosi altri enti istituzionali del territorio, e di eventi di carattere socio-culturale e di promozione turistica del territorio.

Dichiarazione dell’Assessore al Turismo del Comune di Giulianova, Gianluca Grimi: “La manifestazione Giugliobasket rappresenta un momento di valorizzazione dello sport non soltanto come occasione di divertimento, di ricerca del benessere fisico, di aggregazione sociale e integrazione culturale, ma anche come promozione turistica del territorio. Per la città di Giulianova, infatti, si tratta di uno dei principali esempi di turismo sportivo, un fenomeno che si sta diffondendo sempre più in Italia e in Europa, e che possiede enormi potenzialità per lo sviluppo non solo economico, ma anche socio-culturale di una località turistica, con ricadute positive su tutto il territorio. Attraverso lo sport della pallacanestro vengono inoltre trasmessi e condivisi l’impegno, la solidarietà, il rispetto delle regole e degli altri, il raggiungimento degli obiettivi… Pertanto il binomio turismo-sport si realizza in nome di quei valori universali che conducono i giovani alla piena realizzazione di sé e a diventare persone valide nella vita prima ancora che bravi atleti”.

GRAND-PRIX ITALIA, TROFEO L’AQUILA MOUNTAINS

BACHER E PLATINO DOMINANO LA PRIMA GIORNATA DI GARE DEL GRAND PRIX ITALIA – TROFEO L’AQUILA MOUNTAINS
Si è svolta oggi sulle nevi di Ovindoli e Campo Felice la prima giornata di gare del GRAND PRIX ITALIA FIS APPENNINO CENTRALE – TROFEO L’AQUILA MOUNTAINS che ha avuto come protagonisti Fabian BACHER nello Slalom Maschile e Elisa PLATINO nel Gigante Femminile.
Lo Slalom Speciale maschile, disputato sulla pista Monte Freddo di Ovindoli ha visto vincitore il Carabiniere Fabian BACHER con il tempo di 1’20.08, davanti di soli 82 centesimi al Francese Loic BAUDIN ed a Nicolò COLOMBI dello Sci Club Ubi Banca Goggi che ha concluso terzo, con un distacco di 1 secondo e 2 centesimi. La prima manche si era conclusa con Cristian Deville delle Fiamme Gialle in testa con il tempo di 37.30 e con Bacher in sesta posizione con un ritardo di 1 secondo e 32 centesimi, ma l’atleta del Gruppo Sportivo dei Carabinieri ha disputando una strepitosa seconda manche, recuperando il cospicuo gap accumulato nella prima e portando così a casa la vittoria.
Soddisfazione nelle parole di Massimiliano Bartolotti Direttore della Monte Magnola Impianti di Ovindoli “Le gare si sono svolte nel migliore dei modi, grazie all’ottimo lavoro di preparazione effettuato nei giorni scorsi e alla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti. Abbiamo assistito a due manche molto combattute, con atleti molto forti che hanno dato il massimo. Questo evento conferma ancora una volta, li dove ce ne fosse ancora bisogno, che sulle nostre montagne si possono organizzare eventi di grande livello”.
Nella gara di Slalom Gigante femminile invece, ha trionfato Elisa PLATINO dello Sporting Club Merano che nelle due manche svoltesi sulla pista Sagittario di Campo Felice ha preceduto di soli 8 centesimi una scatenata Ilaria GHISALBERTI dello Sci Club Radici Group e di 16 centesimi Vivien INSAM del Gruppo Sportivo Fiamme Oro. Un’affermazione quella della PLATINO che non stupisce in quanto era tra le favorite, ciò che stupisce invece è la rimonta nella seconda manche della GHISALBERTI, classe 2000, che al termine della prima prova aveva concluso in tredicesima posizione con un distacco di 1 secondo e 51 centesimi dalla PLATINO (prima con il tempo di 56.49).
Entusiasta anche Luca Lallini Amministratore della Campo Felice “Abbiamo assistito ad una gara molto bella e combattuta, con atlete di altissimo livello che si sono date battaglia fino all’ultimo centesimo. Il bel tempo ha contribuito a far si che sia andato tutto nel migliore dei modi. Devo fare un plauso particolare agli organizzatori che stanno lavorando duro da giorni per l’ottima riuscita di questa importante manifestazione che puntiamo ad ospitare anche nei prossimi anni”.
La manifestazione organizzata dallo Sci Club Ovindoli 3 Nevi e dallo Sci Club Livata in collaborazione con la DMC Abruzzo Qualità, sta vedendo coinvolti circa 220 atleti uomini e 130 donne, provenienti da tutto il Mondo: Italia, Spagna, Francia, Svizzera, Germania, Polonia, Slovacchia, Stati Uniti, Canada, Argentina e Giappone

L’Aquila: ciaspolata per rilanciare l’immagine dell’Appennino abruzzese

Sulle ciaspole da Campotosto per rilanciare l’immagine dell’Appennino e dell’Abruzzo. ‘La montagna non uccide’. A un mese dalla tragedia dell’hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) e dalle scosse di terremoto che hanno reso inagibili molti borghi montani, sabato 18 febbraio saranno in tanti a partecipare alla ciaspolata sulla neve del Monte Cardito. Artigiani, commercianti, allevatori, turisti saranno guidati dai geologi dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (Aigae). “Vogliamo riportare la gente in questi luoghi e far capire che la montagna non uccide – spiegano le guide – Saliremo dall’unica strada aperta che da Campotosto va al Cardito. Passeremo fra le transenne che delimitano la Zona Rossa, tra macerie e case pericolanti, tra i resti di un antico borgo a 1400 metri alle pendici dei Monti della Laga. Abbiamo il dovere di tutelare questo patrimonio perché si conservi integro per le prossime generazioni, il dovere di non abbandonarlo”. “Saremo sul Lago di Campotosto, vedremo la diga, ammireremo uno scenario unico”. Le Guide Ambientali Escursionistiche narreranno territorio, storia e natura, le guide geologiche spiegheranno i fenomeni geologici e come conviverci. “Certamente l’intero territorio collinare e montano ha subito gravi ferite. Tanti fabbricati sono inagibili – ricordano ancora le guide – Alcuni sono crollati e altrettante strutture per il ricovero di animali non sono più tali. Le attività scolastiche stanno riprendendo. Riaperta anche la Ss 80 che collega Teramo a L’Aquila per il passo delle Capannelle ed è questa una notizia molto importante “. Questi monti, sottolineano ancora le guide dell’Aigae presentando l’appuntamento di sabato, “sono conosciuti anche grazie allo spettacolo meraviglioso che l’acqua di fusione regala in primavera: tra scivoli ripidissimi e cascate generate dall’incessante scorrere del prezioso liquido sull’impermeabile arenaria, si crea un’atmosfera incantata fuori dal tempo. In inverno si trasformano in altissime cascate di ghiaccio, paradiso di tutti gli estimatori del genere”.

 A un mese dalla tragedia dell’hotel Rigopiano di Farindola (Pescara) e dalle scosse di terremoto che hanno reso inagibili molti borghi montani, sabato 18 febbraio saranno in tanti a partecipare alla ciaspolata sulla neve del Monte Cardito. Artigiani, commercianti, allevatori, turisti saranno guidati dai geologi dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (Aigae). “Vogliamo riportare la gente in questi luoghi e far capire che la montagna non uccide – spiegano le guide – Saliremo dall’unica strada aperta che da Campotosto va al Cardito. Passeremo fra le transenne che delimitano la Zona Rossa, tra macerie e case pericolanti, tra i resti di un antico borgo a 1400 metri alle pendici dei Monti della Laga. Abbiamo il dovere di tutelare questo patrimonio perché si conservi integro per le prossime generazioni, il dovere di non abbandonarlo”. “Saremo sul Lago di Campotosto, vedremo la diga, ammireremo uno scenario unico”. Le Guide Ambientali Escursionistiche narreranno territorio, storia e natura, le guide geologiche spiegheranno i fenomeni geologici e come conviverci. “Certamente l’intero territorio collinare e montano ha subito gravi ferite. Tanti fabbricati sono inagibili – ricordano ancora le guide – Alcuni sono crollati e altrettante strutture per il ricovero di animali non sono più tali. Le attività scolastiche stanno riprendendo. Riaperta anche la Ss 80 che collega Teramo a L’Aquila per il passo delle Capannelle ed è questa una notizia molto importante “. Questi monti, sottolineano ancora le guide dell’Aigae presentando l’appuntamento di sabato, “sono conosciuti anche grazie allo spettacolo meraviglioso che l’acqua di fusione regala in primavera: tra scivoli ripidissimi e cascate generate dall’incessante scorrere del prezioso liquido sull’impermeabile arenaria, si crea un’atmosfera incantata fuori dal tempo. In inverno si trasformano in altissime cascate di ghiaccio, paradiso di tutti gli estimatori del genere”.

GPA TERAMO: CAMPESTRE AL ROZZI DI NEPEZZANO

Domenica 5 febbraio presso 'Istituto Professionale "Rozzi" bivio di Nepezzano si è svolto  il  Campionato Regionale Individuale Master di Corsa Campestre valido per i campionati di Società
L'evento è stato organizzato dal Gruppo podistico Amatori Teramo  e vi  hanno partecipato circa un centinaio di atleti.


Importanti i risultati conseguiti dal GPA Teramo nella classifica per società, con la vittoria nella categoria maschile E un terzo posto in quella femminile. Inoltre gli atleti  Antonio Monaldi (Cat. SM60) e Enrico Di Leonardo (Cat.SM65) hanno vinto il titolo di Campione regionale nelle rispettive categorie e diversi altri  atleti si sono distinti piazzandosi nei primi posti. In totale gli atleti del GPA in gara sono stati 20. 

Campli BASKET: banco di prova con la Malloni di coach Domizioli!

Quarto appuntamento esterno per la Globo Infoservice Campli, che domani salirà nelle vicine marche, per affrontare il quintetto del P.S.Elpidio.

Sono quattro i punti, che dividono attualmente in classifica le due squadre, con i farnesi a quota dodici, ancora imbattuti e con una gara ancora da recuperare, mentre gli elpidiensi, sono fermi a quota otto, in quanto reduci da due sconfitte consecutive.

Per gli uomini di coach Millina, dopo Matera, trattasi di una trasferta, che almeno sulla carta si prospetta alquanto insidiosa, considerando il fatto, che gli uomini di coach Domizioli, tra le proprie mura, hanno piegato già la resistenza di due squadre della cosiddetta prima fascia, quali Ortona e S. Severo; ed anche l’attuale capolista Bisceglie, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie, per avere la meglio sui marchigiani 51-53 il punteggio finale.

Nuova dunque la conduzione tecnica, dopo l’era Schiavi, spazio a  coach Domizioli, il quale dopo il suo arrivo, ha voluto letteralmente ridisegnare l’organico della Malloni, confermando soltanto, l’ala/pivot classe ’92 Torresi e il pivot, classe ’88 Romani; per il resto, tante novità, tra le quali spiccano quella del play/guardia Lovatti, classe ’89, lo scorso anno a Cassino sempre in B, poi l’altro esterno classe ’91 Cernivani, proveniente da Bottegone (serie B Gir. A), da Ferrara (A2), è invece arrivata la guardia classe ’96 Brighi, a completare poi il settore esterni, troviamo, il play, classe ’98 Piccone, ex Montegranaro, l’ala classe ’91 Fiorito, anch’egli ex Bottegone e sempre da Ferrara (A2), l’altra ala classe’96 Cacace. Mentre, il   pacchetto lunghi, oltre a Romani,  conta, il classe’96 Catakovic ex Civitanova (Serie C Silver) e Trovato, classe ’96, ex Moncalieri (Serie B Gir. B). Una squadra dunque giovane (età media 22,7), ma al contempo ben strutturata, sia atleticamente, che tecnicamente, visto che sul parquet, gli uomini di coach Domizioli, stanno dimostrando di saperci stare, esprimendo un buon basket, privilegiando essenzialmente la difesa, punto forte dei marchigiani, i quali in tre gare interne, hanno subito la media di 59.0 punti per gara. La fase offensiva, rispetto alle gare esterne, fa registrare una piccola flessione, con una media di 65.0 realizzati, contro i 73,5, lontano da casa. Tutto questo comunque, non scalfisce la pericolosità degli esterni elpidiensi, i quali hanno in Lovatti, Cernivani, Brighi e Fiorito, i massimi terminali offensivi. Per i farnesi, quella di P.S.Elpidio, potrebbe essere una trasferta, dove gli uomini di coach Millina, avrebbero, in caso di successo, la possibilità di consacrarsi in maniera marcata, al vertice della classifica; i numeri, dopo tre trasferte dicono che Petrucci e compagni, lontano dal PalaBorgognoni, al di là delle tre vittorie consecutive, hanno collezionato, una media punti pari a 86,6, di contro la difesa, ha subito una media pari a 69,3.

Numeri questi alquanto significativi, e che fanno dei  biancorossi, una squadra da temere, considerando queste prime sei giornate. In vista di questa nuova trasferta, il Campli, in settimana si è allenato regolarmente, lavoro differenziato solo per il lungo Ponziani, ancora alle prese con l’infortunio al polpaccio, che lo tiene fermo già da due settimane.

La gara valevole per l’ottava giornata di andata tra P.S.Elpidio e Campli, si disputerà, Domenica 20 Novembre, con inizio alle ore 18,00. Queste le formazioni in campo: Malloni P.S.Elpidio: Piccone-Catakovic-Torresi-Cernivani-Fiorito-Trovato-Lovatti-Romani-Cacace-Brighi All. Domizioli. Globo Infoservice Campli: Gatti-Norbedo-Bottioni-Serafini-Salafia-Duranti-Scortica-Ponziani-Petrucci-Serroni. All. Millina. Chiamati a dirigere il confronto, sono stati designati i Sigg.ri: Calella di Bologna e Bianchi di Rimini.

Ufficio Stampa Campli Basket 1957

Campli Basket, Sei Stupenda… 6^ vittoria consecutiva

Parafrasando Vasco Rossi al PalaBorgognoni si è sentito riecheggiare: “Ci vuole sempre vicino un bicchiere. Ed ora che oramai non tremo. Nemmeno

Leggi tutto...