Medicina

DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE ART. 15 STATUTO COMUNE TERAMO

Leggi tutto...

CISL FP AbruzzoMolise sulla CCIAA, dovrà recuperare 707mila euro

A Seguito d’ispezione da parte del M.E.F. nel’anno 2012, la Camera di Commercio di Pescara, causa errato utilizzo del fondo per le risorse decentrate del personale dipendente dal 2001 al 2011, è stata obbligata dagli ispettori a recuperare le somme contestate.
 
Nello specifico, la CCIAA di Pescara, dovrà recuperare 707 mila e 517 euro per il personale non dirigente e 118 mila 403 euro per i dirigenti.
 
L’Amministrazione camerale pescarese, in data 16 marzo ha pubblicato sul proprio albo pretorio informatico la determina del Segretario Generale n. 25 con la quale si adotta il piano di recupero decennale che, dal 2012 al 2021 prevede un recupero annuale sui fondi del personale non dirigente di 70 mila euro.
 
La CISL FP Abruzzo Molise di Pescara, esprime forte preoccupazione in merito al piano di recupero adottato dalla CCIAA di Pescara, in primo luogo perché ritiene che il decreto legge n. 16 del 2014 non è applicabile alle Camere di Commercio, in secondo luogo perché ritiene assurdo che i dipendenti camerali dovranno accollarsi fino al 2021 il recupero delle somme derivanti da una “mala gestio” generata da altri.
Infatti, nello specifico la relazione ispettiva del M.E.F., individua con certezza le responsabilità dell’errato utilizzo del fondo, imputandole dal 2001 al 2005 all’allora Amministrazione e Dirigenza, le quali, in ordine, hanno omesso il controllo politico ed il controllo economico finanziario non sottoscrivendo gli obbligatori contratti con le OO.SS. e la R.S.U., essi, infatti, venivano semplicemente predisposti a cura dell’Ufficio ragioneria ed allegati alla documentazione posta a corredo del bilancio di previsione. Inoltre, sempre dalla relazione ispettiva, è emerso che, la composizione della delegazione trattante di parte pubblica è stata costituita in contrasto al CCNL del 1999, il quale prevede che la delegazione sia costituita da dirigenti e funzionari dell’Ente, invece presso la Camera di Commercio di Pescara, era presieduta dall’allora Presidente camerale.
 
Quindi il Presidente dell’epoca, in un primo momento partecipava al negoziato e, successivamente, autorizzava la sottoscrizione del testo contrattuale decentrato in qualità di componente della Giunta camerale, rendendo praticamente tutti i contratti sottoscritti nulli.
 
Tale comportamento ha ricevuto anche un avallo giurisprudenziale in una sentenza del Tribunale di Lamezia Terme del 24/01/2001, secondo cui la previsione in tema di composizione delle delegazioni trattanti operata dal CCNL del 1999 si pone come inderogabile.
 
Pertanto, la CISL FP Abruzzo Molise di Pescara, contesta aspramente l’inaccettabile piano di recupero messo in atto dalla Camera di Commercio di Pescara e si riserva sin d’ora di presentare opportune proposte fattive al tavolo preposto.
 
La CISL FP di Pescara, contestualmente alle azioni sindacali già avviate a livello regionale, esprimendo la massima solidarietà nei confronti dei dipendenti camerali e credendo fermamente che, a pagare gli illeciti riscontrati dagli ispettori del M.E.F. debbano essere i veri responsabili, mette sin d’ora a disposizione dei lavoratori tutti, i propri studi legali per perseguire i rei nelle opportune sedi.
 
Rimane purtroppo, lo sconcerto che, in questo Paese sono chiamati sempre i più deboli a rispondere e pagare per gli errori commessi da altri.

 

Il Segretario CISL FP Abruzzo Molise -Vincenzo MENNUCCI              

Referendum: nominati gli scrutatori e aumentate le sedi elettorali prive di barriere architettoniche

Leggi tutto...

TERAMO - L’ENORME REGALO ALLE COMPAGNIE TELEFONICHE

Leggi tutto...

INRI: Da Gibran ai Vangeli. EVOE' presenta Dalila Curiazi

Leggi tutto...

Il Comitato Villapavone-Colleatterrato condivide la battaglia del Comitato di Quartiere Cona

 

Leggi tutto...

da oggi e fino al 10 aprile sarà possibile l'abbattimentodelle volpi

Lunedì chiuse le scuole di Nepezzano per interruzione dell’energia elettrica

Leggi tutto...


ECS Editori Srl - Teramo - tel:+39 345 253 8211 | Copyright © 2017 Primapaginaweb.it - Vietata la riproduzione anche parziale.
Suppl. al periodico PrimaPagina, reg. Trib 605 - 14/07/2009 Iscr. ROC 20081, non soggetto ad aggiornamento quotidiano - P.I. 01773150675

Webmail | Privacy Policy | Mappa del sito

Webmaster: Pikit di Remo Leonzi