PREVENIRE LA CRIMINALITA' IN BANCA:

Sottoscritto in Prefettura,il 3 maggio scorso,  il nuovo Protocollo d’Intesa per la prevenzione della criminalità in banca. Incrementate le misure di sicurezza passiva presso gli sportelli delle banche aderenti e rinnovata, all’insegna di una sempre maggiore efficacia operativa, la collaborazione tra le FF.OO. e gli Istituti di credito. Ampia soddisfazione del Prefetto Patrizi e dell’A.B.I. per i risultati conseguiti dal 2013 ad oggi.

E’ stato formalmente sottoscritto in Prefettura, il nuovo Protocollo d’Intesa per la prevenzione della criminalità in banca e, con esso, è stata rinnovata la stretta collaborazione tra le Forze di Polizia, l’A.B.I. e gli Istituti di Credito, che ha consentito, dalla data di prima adozione del protocollo (8 marzo 2013), di ridurre sensibilmente in provincia il numero delle rapine.

Il nuovo documento pattizio impegna i firmatari, il Prefetto Graziella Patrizi in rappresentanza delle Forze di Polizia, il dott. Marco Iaconis per l’A.B.I. ed i rappresentanti di 15 Istituti bancari operanti in provincia, a realizzare iniziative di prevenzione per contenere la criminalità in banca, implementando la sinergia operativa già in essere ed integrando adeguatamente le misure di sicurezza passiva poste a tutela delle filiali e delle apparecchiature ATM (bancomat).

Presenti alla cerimonia: il Questore E. De Simone, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. P.V. Romano ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. P. Balzano, che hanno fornito nella circostanza il rispettivo, qualificato contributo tecnico-operativo