Maurizio Di Nicola su progetto Ombrina Mare

Con una nota datata 13 ottobre 2015 indirizzata all’On. Bruno Tabacci e ai Parlamentari di Centro Democratico, partito che rappresento in Consiglio Regionale, ho provveduto a formalizzare la richiesta di impegno per la calendarizzazione della Legge recante: “divieto di ricerca, prospezione e coltivazione di idrocarburi in Regione Abruzzo”, votata all’unanimità durante la seduta del Consiglio Regionale dell’8 ottobre 2015.

Con il provvedimento, da me interamente condiviso, l’assemblea abruzzese ha già abbondantemente sottolineato la ferma volontà ad impedire la concessione di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in Abruzzo (c.d. progetto Ombrina Mare), ribadendo il diritto di un territorio di scegliere un tipo di sviluppo che si vuole ispirato a criteri di sostenibilità e tutela del patrimonio ambientale.

Ho ritenuto dunque opportuno chiedere un impegno ai Parlamentari del mio partito, concretizzando l’intento manifestato (da tutti) di salvaguardare quel tratto di mare della Provincia di Chieti, tra i più belli dell’adriatico, e rispondendo con un’azione efficace alle sollecitazioni dei cittadini che da qualche giorno ci chiedono con numerose e-mail, purtroppo qualcuna dai toni ingiustamente volgari, di mettere in campo ogni attività volta all’opposizione al progetto Ombrina Mare.

Il Consigliere Regionale - Avv. Maurizio Di Nicola