PROEL SPA: SUONI E LUCI DEL FUTURO

La sfida di un’azienda che non insegue il successo, lo crea.

Venerdì 6 aprile 2018, alle ore 12,30 presso la sede di Sant’Omero,  il presidente di Proel Spa ing. Fabrizio Sorbi presenta  il  piano strategico dell’azienda, tra le più prestigiose del nostro territorio.

Un programma ambizioso che si concentra su 3 priorità: implementare un mercato in cui la Proel ha già conquistato un posto di primordine, attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti e nuove tecnologie. Conquistare il mercato europeo e nord americano attraverso la valorizzazione del made in Italy con design strategico e qualità dei prodotti.

Sfide impegnative che tuttavia l’azienda vibratiana ha la forza e (è il caso di dire) gli strumenti per affrontarla  con successo.

La storia della Proel inizia  nel 1991, quando sette persone che operano nel settore della connettività decidono di formare un Team per la produzione di cavi assemblati. Nel ‘97 PROEL è già un’azienda strutturata e decide che un passo fondamentale da fare è quello di dare vita ad un dipartimento di Ricerca, Progettazione e Prototipazione tutto Made in Italy.

Know How, Esperienza e Approccio Italiano. Nel 1998 arrivano i batteristi e tutto diventa un po’ più colorato. PROEL acquisisce lo storico marchio Tamburo Drums. Nel 2003 parte la sfida al Settore Lighting che culmina nell’acquisizione di Sagitter, sia come Brand che come matrice produttiva. Già nel 2007: PROEL parla di Musica ai più alti livelli con l’acquisizione di  Turbosound Ltd, Maison Inglese leader nel Sound Reinforcement e legata a nomi come: Pink Floyd, Iron Maiden, Dire Straits, The Shadows, Jamiroquai, David Gilmour, Nine Inch Nails, ...

Nel 2015 Proel si affaccia per la prima volta alla produzione Made in Italy di un strumento musicale e lo fa entrando dalla porta principale: piani digitali e tastiere ad alto contenuto tecnologico. L’acquisizione della struttura produttiva in cui si trovava Roland Europe ed il coinvolgimento dello stesso staff di Ricerca e Sviluppo, portano prepotentemente Proel, ed il marchio dedicato Dexibell, nel gotha dei grandi attori giapponesi del settore.

Infine nel 2017 L’ottimizzazione della nuova realtà produttiva acquisita nel 2015, permette ad alcuni dei marchi Proel a più alto contenuto quali Axiom, Sagitter e Dexibell, di avere una produzione totalmente ‘Made in Italy’ coniugando Design, Tecnologia e Qualità.

“Progettiamo, produciamo e distribuiamo sul mercato internazionale sistemi audio e lighting, strumenti musicali e relativi accessori. Il nostro mondo è la musica, lo spettacolo, gli eventi, le installazioni fisse. Lavoriamo ogni giorno per offrire una gamma completa di prodotti per i settori di riferimento coprendo ogni tipo di esigenza. La commercializzazione dei prodotti sui mercati internazionali avviene attraverso un network capillare di sedi commerciali, distributori e dealer. La nostra presenza consolidata è il risultato della costante attenzione per la qualità e l’innovazione; per la cura e l’assistenza pre/post vendita; per una forte rete di distribuzione in Italia e nel mondo. La progettazione si sviluppa in tre diverse sedi in Italia avvalendosi di partnership tecnologiche e collaborando anche con realtà universitarie specializzate. A questo si aggiunge la vocazione, tutta italiana, per il Design coniugando INNOVAZIONE, TRADIZIONE e PASSIONE senza compromessi. Cura del dettaglio e attenzione al particolare, sono i fattori chiave anche per la Produzione. Lo staff viene costantemente aggiornato e formato per adeguare progressivamente i livelli di competenza e trasmettere a ogni singolo prodotto il fondamentale imprinting Made in Italy, caratteristico di PROEL e dei brand associati”- così il presidente Sorbi a chiosa dell’invito alla presentazione .

 

gt;"""""""""""""""</p>"</p>"