ASSUNZIONI ED ENCOMI IN TUA SPA

30 nuovi giovani autisti  per l’Azienda abruzzese dei trasporti. 

Dal 1 luglio 2015 ad oggi, sono stati inseriti in forza

all’organico aziendale 112 autisti:  statisticamente parlando  significa un inserimento in azienda di un giovane autista ogni 5 giorni.

Le 30 assunzioni appena effettuate rappresentano invece la prima tranche di inserimenti in Azienda a tempo determinato su un totale di 77 nuovi ingressi che verranno completati entro il primo trimestre del 2017.

Per tutte le assunzioni, TUA SPA ha ottenuto il nulla osta della Regione Abruzzo, socio unico dell’azienda di trasporti.

I numeri delle assunzioni dalla nascita di TUA Spa sono così suddivisi: 59 autisti nel 2015 e 53 autisti nel 2016.

Le nuove figure professionali organicate in TUA garantiscono un notevole risparmio in termini economici sia per l’azienda che per la collettività.

Le assunzioni dei primi trenta giovani autisti in TUA SPA – ha spiegato il presidente Luciano D’Amico rivestono significati molto importanti sotto diversi punti di vista: l’Azienda si rinnova, si ringiovanisce, abbassa l’età media dei propri dipendenti e inizia ad affidare la mobilità a coloro che ne rappresentano anche il futuro in questa regione. Oltre alle ricadute estremamente positive in termini anagrafici – ha continuato D’Amico - inserire nell’organico trenta giovani autisti che vanno a sostituirne altri che hanno raggiunto i limiti imposti dalla legge consente di attuare un risparmio concreto in termini economici all’Azienda. Basti pensare che per ogni neo assunto si acquisisce un risparmio immediato mensile in termini di retribuzione e a ciò vanno aggiunti un’altra serie di istituti quali ad esempio scatti di anzianità e indennità. TUA – ha sottolineato Luciano D’Amico - sta portando avanti un discorso economico orientato al sempre maggiore efficientamento aziendale e all’abbattimento dei costi in tutti i settori. L’Azienda si sta posizionando nel modo migliore per raccogliere le sfide future, sfide che – ha precisato – vedranno protagonista TUA e i suoi dipendenti. Proprio durante quest’anno che si avvia al termine – ha concluso il presidente di TUA – sono stati tradotti in concreta realtà importanti aspetti: solo per citarne alcuni, sono stati inseriti nella flotta aziendale nuovi mezzi, sono stati ottimizzati servizi come quello manutentivo che ha permesso un risparmio molto significativo per l’intera collettività. Ma, anche a livello organizzativo, sono stati ottimizzati i turni, eliminate sovrapposizioni, è stata data una snellezza organizzativa ad una realtà come TUA che, nel panorama nazionale, ricopre il decimo posto per fatturato e il settimo posto per chilometri percorsi con quasi 40 milioni. Le 112 assunzioni di autisti effettuate dalla nascita di TUA dicono che la realtà aziendale guarda al futuro e lo fa con lungimiranza, programmando le necessità in termini di mobilità di questa regione”.

 

Nella  mattina di ieri, 29 dicembre,   inoltre, presso la sede di Pescara di TUA Spa, il presidente Luciano D’Amico ha conferito un encomio agli autisti Giuseppe Dell’Omo e Pantaleone Grannonico che si sono particolarmente distinti nel corso del 2016 nello svolgimento delle mansioni lavorative. 

La storia di Giuseppe Dell’Omo, classe 1974, conducente di bus dal 2005, è strettamente legata al terribile terremoto dello scorso mese di agosto ad Amatrice. 

Giuseppe Dell’Omo, in servizio per TUA sulla tratta L’Aquila-Amatrice, lo scorso 24 agosto, dopo la prima scossa di terremoto nel centro reatino, è sceso in strada aprendo l'autobus della TUA per dare ospitalità ed immediata assistenza ad alcuni anziani scesi in strada. «Stavo dormendo nella mia casa di Amatrice quando sono stato svegliato dal boato. In preda al panico ho cercato subito di capire quello che era accaduto. Mi sono vestito e sono andato verso la porta di casa che era però bloccata. Sono riuscito in qualche modo a vestirmi e ad aprire la porta per dirigermi verso il centro del paese e comprendere che cosa fosse accaduto. Poi sono salito sul pullman - ha detto l’autista della Tua - l’ho aperto e ho fatto salire delle persone che erano in strada, alcune quasi svestite. Ho acceso il riscaldamento perché faceva freddo e siamo rimasti nell’autobus fino a quando non sono arrivati i primi soccorsi. Le strade erano quasi tutte impraticabili». 

Anche per un altro conducente di bus di Tua Spa, Pantaleone Grannonico, c’è una storia singolare degna di encomio. 

L’autista pescarase, due settimane fa, ha sventato un furto in Azienda. La sera del 13 dicembre, al rientro in serata dal servizio, Grannonico ha notato una persona che si aggirava attorno ai bus nel piazzale del deposito di Pescara in via Aterno. Percependo l’irritualità della presenza di uomo tra i pullman, il conducente di bus ha immediatamente avvisato le forze dell’ordine che, poco dopo, hanno bloccato il sospetto nei pressi del ponte Villa Fabio, a pochi metri dal deposito bus di TUA. L’uomo aveva con sé una busta con una grande quantità di monete; si era, infatti, introdotto furtivamente nel deposito e aveva scassinato poco prima le emettitrici di quattro bus in sosta impossessandosi fraudolentemente di un bottino di 194 euro, interamente recuperato e restituito dalle forze dell’ordine a TUA Spa. 

A consegnare gli encomi ai due autisti della TUA, il presidente Luciano D’Amico, il consigliere delegato alla ferrovia Giovanni Di Vito e il Direttore Generale Giuseppe Cassino. 

La speciale dedizione nei confronti di TUA dei nostri due dipendenti è particolarmente importante – ha detto Luciano D’Amico – voglio sottolineare il senso di responsabilità e di partecipazione di tutti i nostri addetti che, quotidianamente, si adoperano a vantaggio della Comunità regionaleSiamo particolarmente soddisfatti – ha concluso D’Amico  - della consonanza della storia della nostra azienda con le storie di coloro che professionalmente tutti i giorni ci danno il proprio contributo nella gestione di quest’impresa estremamente complessaUna storia fatta di persone, professionalità, ma soprattutto di grande senso di responsabilità”.